Mario Draghi conferma i tassi attuali e rinvia a dicembre eventuali decisioni

By | 22 ottobre 2016
BCE

Il piano di allentamento monetario in atto da parte della BCE per ora non si tocca, sarà invariato almeno fino a marzo, data in cui dovrebbe giungere a naturale scadenza. Così il Governatore della Banca Centrale Europea ha voluto tranquillizzare gli investitori, dopo che nei giorni scorsi erano rimbalzate voci su un possibile allentamento dei piani di acquisto dei titoli di Stato da parte di Francoforte che, per bocca di Draghi, continuerà con il ritmo attuale almeno fino a Primavera del 2017 e comunque non sarà troncato di netto ma eventualmente gradualmente diminuito.

Con questa decisione Mario Draghi ha tagliato la testa ai desiderata tedeschi che premevano per una riduzione degli acquisti da parte della BCE. Comunque, tutto fermo fino all’8 dicembre quando i vertici della BCE si riuniranno nuovamente per decidere il prosieguo.

La BCE ha confermato che i Paesi devono proseguire sulla strada delle riforme e che l’obiettivo primario è la diminuzione strutturale della disoccupazione. Evidentemente anche l’organismo finanziario Europeo attende l’esito del referendum italiano per assumere decisioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *