Mercati finanziari 2018, investire sarà la priorità per molti italiani

By | 15 novembre 2017

Una delle priorità per gli italiani nel 2018 sarà quella di investire sui mercati finanziari con l’obiettivo di ottenere dei ritorni dai propri risparmi indipendentemente che si tratti di azioni, commodity, obbligazioni o strumenti come le opzioni binarie magari aprendo un conto di trading con un broker online come quello recensito su http://www.diventaretrader.com/iqoption.html . Nel dettaglio, su un campione pari a  poco più di mille persone intervistate, il 26% del campione di cittadini italiani, in qualità di risparmiatori, ha come priorità proprio quella di investire sui mercati finanziari in accordo con il Schroders Global Investor Study 2017 che è stato condotto su oltre 22 mila investitori appartenenti a 30 Paesi del mondo.

Come sempre, in materia di investimenti, per gestire il rischio occorre in ogni caso evitare di fare il passo più lungo della propria gamba, il che significa che i prodotti finanziari scelti per investire devono essere non solo compatibili con gli obiettivi di guadagno, ma anche in linea con il proprio profilo di investitore. Ad esempio, se si è poco propensi a gestire la volatilità, anche ampia, che si registra sui mercati finanziari, allora rispetto a strumenti finanziari come le azioni, i cross valutari e le opzioni binarie, è preferibile puntare su prodotti decisamente a rischio più basso, e magari tali che offrano periodicamente una cedola. In tal senso i prodotti ideali sono rappresentati, ad esempio, dai buoni fruttiferi postali e dai titoli di Stato come il BTP Italia per il quale proprio in questi giorni, con un tasso cedolare annuo minimo garantito pari allo 0,25%, si è chiusa la dodicesima emissione.

Nel dettaglio, il BTP Italia è stato ideato da parte del Tesoro italiano con il fine di permette di investire in titoli di Stato agli investitori privati ed ai risparmiatori, ed in particolare su un prodotto che è  indicizzato all’inflazione italiana, e che garantisce protezione contro l’aumento dei prezzi. Il BTP Italia, infatti, come sopra accennato, offre un tasso reale annuo minimo garantito con la dodicesima emissione che ha una durata pari a 6 anni ed il premio fedeltà che viene riconosciuto a tutti i risparmiatori ed a tutti gli investitori che, dopo aver comprato i titoli in fase di emissione, li conserveranno fino alla scadenza.

Sempre tra i prodotti a reddito fisso, garantiti dallo Stato italiano, come investimento a media e lunga scadenza c’è pure il Buono Fruttifero Postale Ordinario che è a tasso fisso, ha una durata pari a 20 anni, e paga interessi crescenti ogni anno. Inoltre, sebbene la durata massima sia pari a 20 anni, il titolare del Buono Fruttifero Postale Ordinario può comunque chiedere il rimborso del capitale investito in qualsiasi momento. I Buoni Fruttiferi Postali sono emessi dalla CDP, la Cassa Depositi e Prestiti, e sono distribuiti in esclusiva dal Gruppo Poste Italiane per quelli che sono degli strumenti finanziari del reddito fisso attualmente proposti senza costi e senza commissioni di collocamento, di gestione e di rimborso, ed anche con una tassazione che è agevolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *